Logo

E' andata così.

 

1 febbraio 2010.
Ai gentili Artisti, ringraziamento e richiesta originali

Si è tenuta in Bergamo, dal 2 al 15 novembre 2009, nella splendida sala della Guardia in porta di Sant’Agostino, sulle mura venete, la Mostra Molto Tumore per Nulla, curata su nostro mandato da Fabio Norcini, che si è potuta realizzare anche grazie alla cortese collaborazione di molti Artisti, tra cui Lei, che ci hanno offerto oltre 90 Opere, che sono state esposte e pubblicate sul Catalogo di cui Le offriamo la copia allegata alla presente, qualora non l’avesse già ritirata in occasione della Mostra.
La ringraziamo davvero per la Sua cortese offerta e collaborazione, e La informiamo che nel corso del tour che la Mostra dovrebbe fare – il progetto realizzato con il dr.Fabio Norcini prevede repliche a Verona, Firenze e Roma, mentre Dino Aloi de “Il Pennino” ha manifestato al dr.Fabio Norcini l’intento di esporla a Torino – saranno esibite e vendute le copie dedicate ad ogni singola tappa.
Gli originali che sono stati donati a noi da Voi artisti, e nel caso di realizzazione dell’opera in digitale una stampa di qualità con la sottoscrizione olografa dell’artista a garanzia dell’unicità del pezzo, saranno battuti in asta a scopo benefico, destinando il ricavato agli scopi dell’Associazione.
Le saremmo quindi grati, per favorire la nostra organizzazione interna, se ci volesse inviare a nostre spese, e quindi con tariffa a carico del destinatario, gli originali delle opere esposte da Lei cortesemente donate, e nel caso in cui Lei abbia realizzato l’opera in digitale, Le chiediamo di averne una stampa sottoscritta olografamente, con preghiera di inviare il tutto al Tesoriere, dr.Sandro Biavaschi, via Lolmo n.12, Bergamo.
Sarà nostra cura, al termine del Tour, farLe conoscere l’esito economico dell’iniziativa, e la destinazione che avranno i fondi raccolti, mentre la informiamo che la tappa bergamasca ha fruttato € 5.728,61 quale risultato utile, destinato alla Paolo Belli Onlus, come da programma, che sarà versato a breve alla stessa.

1 marzo 2010:
Ai gentili Artisti, presa d’atto e commiato

Giusto un mese fa abbiamo scritto a tutti Voi Artisti che avete collaborato alla organizzazione della Mostra Molto Tumore per Nulla, ideata e curata su nostro mandato da Fabio Norcini, facendoci avere oltre 90 Opere, e Vi abbiamo richiesto la consegna degli originali delle opere.
Due soli Artisti hanno risposto: uno dicendo di avere già consegnato a noi le opere a Bergamo in occasione della Mostra, un altro allegandoci l’originale, ma dicendoci di seguito e con una separata lettera che i diritti di sfruttamento dell’opera erano stati a suo tempo ceduti a Fabio Norcini e Dino Aloi de Il Pennino.
Identica informazione ci era giunta da altro Artista, con cui avevamo altri contatti, mentre sono a nostre mani pochi altri originali, per i quali non è stata svolta riserva alcuna a favore di terzi, e dei quali quindi potremo liberamente disporre, ma insufficienti per potere organizzare il tour che ci eravamo proposti di fare.
Precisiamo quindi che la Mostra di disegni satirici aventi a tema il cancro è un’idea della nostra Associazione, di cui è stato parte ab initio Fabio Norcini che ha curato la raccolta delle opere a nostro favore, con una tanto tribolata quanto faticosa opera, e che la nostra Associazione nulla ha che fare con Dino Aloi, né con Il Pennino.
Dato che le opere da Voi donate per una nostra iniziativa paiono essere state cedute da molti di Voi a soggetti terzi, estranei al nostro contesto volontaristico finalizzato al finanziamento della ricerca scientifica, non possiamo fare altro che rinunziare al previsto Tour ed alla vendita degli originali, e Vi ringraziamo nuovamente per la collaborazione al Progetto che deve ritenersi concluso.
Avremo comunque cura di verificare che soggetti terzi non sfruttino indebitamente tale nostra iniziativa, che intendiamo tutelare per come dovuto, considerate le motivazioni che ne hanno provocato la realizzazione, e Vi informiamo che l’Artista che ha curato grafica e catalogo della Mostra sta esponendo in questi giorni a Nembro, presso la Biblioteca comunale, ed ha destinato alla nostra Associazione il ricavato dei cataloghi, di cui ci pregiamo donarVi una copia ognuno, invitandoVi alla visita della stessa.